• Corso di formazione “I GIOVANI AL VOLANTE”
Nel corso dell'anno scolastico 2016/2017 l'Istituto Artusi ha ottenuto l'assegnazione di un importante progetto di sviluppo sull'educazione stradale organizzando la formazione dei docenti.
 
Vedi la lettera di ringraziamento del MIUR al Dirigente dell'Artusi e alla Prof.ssa Emilia Umbaldo referente del progetto   >>>    
 
  • L'Artusi a ISORADIO 

Ogni mercoledì,  Isoradio coinvolge in diretta  studenti di tutte le scuole italiane per ascoltarli e farli parlare  sui temi della sicurezza e dell’educazione stradale. L'IPSEOA "Pellegrino Artusi" di Roma è stato ospite nelle puntate del 22 febbraio 2017 e del 15 marzo 2017.

Questa è una parte della registrazione del 15 marzo.

 
  • La sicurezza è di casa all’istituto alberghiero Artusi di Roma
       (http://www.federmoto.it/la-sicurezza-e-di-casa-allistituto-alberghiero-artusi-di-roma/)
    

  9 giugno 2016 - Educazione stradale, Notizie, Promozione

In fatto di sicurezza stradale gli alunni dell’Istituto Alberghiero Artusi di Roma sono molto sensibili.

Grazie all’impegno del Dirigente Scolastico e della professoressa Emilia Umbaldo, da anni impegnata su questo argomento, svolge periodicamente manifestazioni di sensibilizzazione dei ragazzi, volte a migliorare la loro percezione dell’ambiente stradale, attraverso incontri con i nostri formatori, lezioni di educazione stradale e prove pratiche di guida sul ciclomotore.
In questi ultimi giorni di lezione il nostro formatore Gabriele Riccardi è tornato così a fare visita alla sede di Capannelle, proponendo ai ragazzi una riflessione sugli effetti dell’uso (ed abuso) di alcool sulla percezione individuale della strada e dei suoi frequentatori.
Attraverso l’utilizzo degli occhiali alcotest, i ragazzi hanno potuto sperimentare quanto sia più complicato effettuare semplici manovre come uno slalom a piedi, evitando eventuali ostacoli.

 

  • MIUR – Ringraziamenti per le Finali Nazionali di Atletica Leggera dei Campionati Studenteschi 2015/2016
Si pubblica la nota Prot. n. 20041/21 del 21 giugno 2016 indirizzata al DS Prof.ssa Antonietta De Angelis e alla Prof.ssa Emila Umbaldo in cui si esprime il ringraziamento per la disponibilità e l’encomiabile servizio reso in occasione delle Finali Nazionali di Atletica Leggera dei Campionati Studenteschi 2015/2016

 

  • ANSA/ Dopo Alberghiero lavoro facile ma c'è chi si ferma al diploma
Ultimo giorno scuola Artusi di Roma con 3 chef stellati
(di Alessandra Moneti)
(ANSA) - ROMA, 10 GIU - Il lavoro nel settore ristorazione, appena conseguito il diploma all'Alberghiero, si trova ed è anche piuttosto ben retribuito, oltre 1500 euro; uno stipendio che pochi ventenni possono vantare. E per quelli che scelgono di partire all'estero, da Dubai a Londra, sono tante le possibilità di collocamento per aspiranti chef e maitre. Ma ci sono anche gli studenti che, una volta raggiunto il fatidico pezzo di carta rinunciano a offerte di lavoro stagionale per fare la vacanza con gli amici. Non sembrano pronti a una vita di turni serali e festivi. Una vita controcorrente rispetto agli altri ragazzi. E' quanto emerso da un incontro tra gli studenti dell'istituto alberghiero "Pellegrino Artusi" di Roma che, nelle tre aree di specializzazione (accoglienza, servizio di sala e cucina) hanno dato prova del know how acquisito al cospetto di tre chef stellati, Marco Martini, Riccardo di Giacinto e Giuseppe di Iorio. "E' boom di iscrizioni ma una volta preso il diploma - ha lamentato il docente Enrico Camelio - c'è anche chi rinuncia all'ingresso nel mondo lavorativo per i sacrifici che richiede.
E noi non riusciamo a evadere le richieste di stagionali, neanche per una esperienza lavorativa a Ponza". L'istituto, nominato "Polo eccellenza" per la valorizzazione dei prodotti tipici e titolare del progetto europeo Leonardo da Vinci Pro Terris, conta 1610 iscritti, ha precisato la preside Antonietta De Angelis, con una proporzione di 5 a 2 tra gli aspiranti chef e addetti alla sala, e una proporzione di 5 a 1 sempre tra cucina e l'accoglienza. Prevalgono dunque gli aspiranti Masterchef ma, sottolinea Di Iorio, lo chef dell'Aroma Restaurant che ha studiato all'alberghiero Tor Carbone, "il lavoro di chef non è quello che si vede in tv. Lì ormai siamo i nuovi calciatori, ma il nostro è un lavoro di fatica e di responsabilità, un mestiere che ti offre molto ma ti chiede altrettanto impegno". Eppure c'è chi trova soddisfazione nei ristoranti della capitale: "come capo partita - ha detto Michele Bernardini - ho già ricevuto l'offerta di un contratto a 4 anni rinnovabile. Realizzo il mio sogno, a 13 anni mi piaceva più tendere la sfoglia che giocare a pallone. E ora posso proporre il baccalà a modo mio, con la nduja".
Tra i diplomati dell'Artusi molti quelli in carriera all'estero, da Marcello Fazi chef dell'Armani a Dubai a Giordano Milano, bar manager all'hotel Missoni, a Davide Malizia, pluripremiato campione mondiale di pasticceria artistica.
"Guardiamo alla ristorazione top - ha detto alla preside - ma anche a quella collettiva e alle trattorie perché ogni allievo ha la sua vocazione. L'inclusione è il fiore all'occhiello della scuola. Cerchiamo di inserire ragazzi stranieri (Brandan è un filippino campione per la pasta alla carbonara) e giovani con la sindrome di Down e autistici dando loro opportunità lavorative in base alle loro capacità". Negli ultimi due anni sono 400 le ore previste di alternanza scuola/lavoro. Nel prossimo anno scolastico l'Artusi promuove corsi per giovani "in abbandono morale, quelli che né studiano né cercano lavoro".(ANSA).

 

  • Alberghiero Pellegrino-Artusi di Roma ha "Ali per volare"
In occasione della settimana della scuola pubblica,  il nostro istituto ha organizzato nella giornata del 18 maggio 2016 a partire dalle ore 14.00 molte iniziative rivolte a studenti, famiglie e territorio. L’evento è stato riportato dal giornalista Ugo Cataluddi dell’Agenzia di stampa Dire sul Portale Diregiovani.it, sulla Newsletter DireScuola e sui notiziari dell’agenzia Dire.
Di seguito i link per vedere la rassegna stampa.
                                            

 

  • ABC - "GENERAZIONE 2.0" - Istituto Professionale Alberghiero "Pellegrino Artusi" di Roma

(pubblicato il 30 novembre 2012)

La scuola e le modalità di apprendimento stanno cambiando profondamente. Scopriamo in che modo osservando da vicino un caso di eccellenza come l'Istituto per l'Enogastronomia e l'Accoglienza "Pellegrino Artusi" di Roma.

Intervengono la preside Maria Perla Pugliese, la professoressa di Alimentazione Clara Di Donato, il professore di Italiano e Storia Roberto Simonetti e alcuni studenti.

 
 

 

Vai all'inizio della pagina